Robert Capa e il D-Day

Sono trascorsi 76 anni dal quel 6 giugno 1944, quando guidati dal Gen. Dwight Eisenhower gli Alleati sbarcarono in Normandia, nella Francia occupata dai tedeschi. Quel giorno, che ha segnato l’inizio dell’operazione Overlord, e’ passato alla storia come il D-Day, un evento epico e tragico che ha cambiato le sorti della seconda guerra mondiale.

A fianco delle migliaia di soldati pronti ad invadere la spiaggia di Omaha beach c’era Robert Capa, fotografo ungherese, chiamato a documentare le fasi delicate dello sbarco assieme a pochi altri fotografi che però non riuscirono a fotografare quasi nulla o morirono subito sul campo.

Capa documentò il secondo assalto a Omaha Beach, con quello che e’ stato definito poi uno dei più intensi reportage di guerra di tutti i tempi. Scatto’ un centinaio di fotografie quella mattina del 6 giugno. Ne sono sopravvissute solo una decina. Ecco come e’ andata:

Add a comment...

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

RACCONT@MISTORIE FOTOGRAFICHE D'AUTORE

Raccont@mi e' uno spazio nelle storie e per le storie, un luogo dove incontrare fotografi e la loro visione, dove guardare libri e leggere immagini, un viaggio per crescere nutrendo la curiosità e la passione per le storie umane e per il linguaggio fotografico.

Iscriviti gratis e ricevi le nostre storie e le date degli incontri

seguici

Email: raccontami@latitudine-41.com